GRANDE SUCCESSO DELLA 4° EDIZIONE DEL TRAIL DI SANTA CHELIDONIA, SUI SENTIERI DEI BRIGANTI


Domenica 16 settembre si è svolta la 4° edizione del Trail di Santa Chelidonia, sui sentieri dei briganti organizzato dal Gruppo Marciatori Simbruini in collaborazione con l’Associazione di Santa Chelidonia.
In una calda giornata di settembre tanti runner si sono dati appuntamento per un trail impegnativo e veramente spettacolare. Le distanze di cinque, sedici e trenta chilometri hanno offerto a tutti quelli che lo desideravano la possibilità di mettersi alla prova in base alle proprie possibilità.
Gli iscritti sono stati tanti, di più del passato: quasi duecento!!! La segnalazione ottima del percorso, la presenza di diversi ristori e di tante persone che controllavano il regolare svolgimento della gara ha fatto sì che il trail sia riuscito nel migliore dei modi sia dal punto di vista sportivo che da quello della sicurezza.
Un ringraziamento speciale va ai due medici, al personale della Croce Rossa, della Protezione Civile e del Parco dei Monti Simbruini che hanno collaborato per il successo della manifestazione.
Il percorso duro era caratterizzato da pendenze impegnative e diverse discese in mezzo al territorio del Parco dei Monti Simbruini: da Vignola su a Cervara, fino a Campaegli, nella pian di Campo Secco a Camerata, ai tre confini fino a Monte Livata, alle Genziane, poi a Monte Calvo e giù fino ai resti del Convento di Santa Chelidonia, sui sentieri dei briganti che frequentavano questa zona alla fine dell’Ottocento. All’arrivo a Vignola , gli atleti si sono potuti ristorare con bruschette, biscotti, crostate, anguria e un Pasta-party.
La gara dei sedici chilometri è stata vinta da Enrico Morichelli in 1.27 per gli uomini, per le donne dalla sublacense Maria Gismondi in 1.44 , la trenta da Domenico Giosi in 2.59 e per le donne da Camilla Cignitti in 3.37. Bisogna evidenziare la prestazione delle due runner sublacensi, Camilla Cignitti e Maria Gismondi, che hanno dominato la corsa e hanno reso onore e lustro alla nostra città di Subiaco.
La gara si è conclusa nel pomeriggio, in un clima festoso ed entusiasta per una gara come quella del trail, che prevediamo avrà un grande sviluppo per gli amanti della corsa fuori strada, nello scenario unico e meraviglioso del nostro territorio.

Vi aspettiamo numerosi per la prossima edizione.

Maria Antonietta Ciampa


POCHI GIORNI E .....FINALMENTE CI SARA' IL 4° TRAIL SANTA CHELIDONIA ,“SUI SENTIERI DEI BRIGANTI"

Questa manifestazione, al suo quarto anno, si inserisce nel filone delle gare “fuori strada”, con tracciati impegnativi che si inerpicano lungo sentieri e pendii per esperti ed amatori nel territorio immerso nel Parco Naturale Regionale Monti Simbruni, importante e vasta area protetta della montagna appenninica caratterizzata da cime che raggiungono i duemila metri, estese faggete, ampi pianori carsici, e ricchezza di acque sorgive. Sono previsti infatti un percorso di 30 chilometri che arriverà a transitare per la rupe di “Morra Ferogna”, attraverso i luoghi resi famosi dalla Santa, per poi salire fino a “Campaegli” con un tragitto molto impegnativo, riservato a runners esperti nelle gare “off roads” e un percorso di 16 chilometri, con un tracciato più adatto agli amatori meno esperti che vorranno cimentarsi nella nuova disciplina del TralL. C’è anche un percorso di 4.5 km per chi ama camminare e godersi tranquillamente il piacere di una passeggiata. La manifestazione offre la possibilità a tutti di mettersi alla prova scegliendo il tipo di gara più congeniale consentendo l’occasione di godere di panorami e paesaggi unici, appartenenti al Parco dei Monti Simbruini. Naturalmente sono previsti ristori e un servizio di assistenza che tutelerà al meglio la sicurezza di tutti i concorrenti. Vi aspettiamo numerosi per questa giornata di sport che vi regalerà emozioni davvero uniche e irripetibili!!!


Ritrovo presso Piazza di Vignola (Subiaco) ore 08:00
Per info Giulio 3661090669, Gilberto 3394532775, Mario 3297448561



XXIII EDIZIONE DELLA SPEATA 5 AGOSTO 2018…
UN GRANDE SUCCESSO PER IL GRUPPO MARCIATORI SIMBRUINI


Anche quest’anno si è svolta La Speata, arrivata alla sua ventitreesima edizione. L’attesa è finita, il 5 Agosto 2018, per quasi seicento runner che hanno voluto ancora una volta mettersi alla prova e affrontare questa corsa, diventata un appuntamento tradizionale fisso e irrinunciabile nel panorama podistico estivo, unica e speciale perché richiede certamente una preparazione e una determinazione veramente eccezionali. Il percorso è davvero impegnativo, difficile e sicuramente irresistibile: si snoda interamente in salita con pendenze ardue che lo caratterizzano e lo rendono unico nel suo genere, immerso nel Parco Naturale Regionale Monti Simbruni, importante e vasta area protetta della montagna appenninica caratterizzata da cime che raggiungono i duemila metri, estese faggete, ampi pianori carsici, e ricchezza di acque sorgive. La tensione e l’adrenalina erano altissime! La salita è dura: si parte da una pendenza di 11%, poi si passa a 7% e poi si sale a 9% ma quando si arriva al traguardo si prova un’emozione incredibile, indescrivibile, unica e irripetibile di chi entra a far parte della storia di questa manifestazione. Primo si è classificato Bizzarri Giorgio con il tempo di 53.22, il primo sublacense è stato Fabrizio Vannoli, la prima donna Pamela Gabrielli con 59,31 e la prima sublacense è stata Camilla Cignitti. Si sono posizionati bene anche due componenti del Gruppo Marciatori: Giuseppe De Santis quarto di Categoria e Roberta Segatori, prima di categoria. Il successo della manifestazione si deve sicuramente all’impegno del Gruppo Marciatori Simbruini che ha curato la sua organizzazione in ogni aspetto. Sono stati realizzati ben quattro punti di ristoro, tre lungo il percorso e uno all’arrivo che hanno offerto assistenza, supporto agli atleti in ogni momento, il servizio navetta, il cronometraggio, le premiazioni e tutto ciò che è servito per la riuscita dell’evento. Bisogna anche sottolineare l’apporto dato dai volontari , che hanno collaborato per la realizzazione della corsa. Si ringraziano in particolare i rappresentanti della Croce Rossa, della Protezione Civile di Subiaco e di Vignola, i medici che hanno assistito i concorrenti. Ha avuto un notevole successo anche la mini speata, per atleti da 0 a 15 anni, a cui hanno partecipato tanti bambini e ragazzi che si sono avvicinati al mondo dell’atletica con passione , e il memorial Remo Renzetti, una gara non competitiva di km 6 con partenza da località Canali, aperta a tutti gli appassionati sportivi desiderosi di affrontare solo l’ultimo tratto del percorso. All’arrivo, dopo tanta fatica, gli atleti sono stati accolti in un’atmosfera di festa, entusiasmo, e allegria , da un pubblico numerosissimo e partecipe, disposto per strada e sui verdi prati di Livata, che ha applaudito, incoraggiato e salutato al traguardo tutti i runner che si sono cimentati in una corsa tanto difficile quanto unica.
IL GRUPPO MARCIATORI ASPETTA TUTTI PER LA PROSSIMA EDIZIONE…E LA STORIA CONTINUA.
Maria Antonietta Ciampa

ENTRA ANCHE TU NELLA STORIA…ISCRIVITI ALLA SPEATA, 5 AGOSTO 2018

Ci siamo, l’attesa è finita, tra pochi giorni, il 5 Agosto 2018 a Subiaco in provincia di Roma , ci sarà la ventitreesima edizione della manifestazione sportiva La Speata, gara podistica di 12 Km con partenza in località Montore alle ore 9.30 (0,582 mt s.l.m) e arrivo a Monte Livata (1357 mt s.l.m.). Tutti gli appassionati runner conoscono questa corsa che è diventata un appuntamento tradizionale fisso e irrinunciabile nel panorama podistico estivo. Il percorso è davvero impegnativo, difficile e sicuramente irresistibile: si snoda interamente in salita con pendenze ardue che lo caratterizzano e lo rendono unico nel suo genere, immerso nel Parco Naturale Regionale Monti Simbruni Correva l’anno 1974 quando per la prima volta fu organizzata come manifestazione non competitiva all'epoca in cui era esploso lo sport popolare in Italia. Da allora "La Speata" (termine desunto dal dialetto per indicare un grande affaticamento, nello specifico fatica ai piedi, in sublacense "peij") si è ripetuta annualmente, contando sempre centinaia di entusiasti partecipanti e divenendo così un punto di riferimento fondamentale per gli sportivi della Valle dell'Aniene. Nelle diverse edizioni si sono presentati ai nastri di partenza atleti di livello nazionale ed internazionale come Alberigo Di Cecco, nazionale di maratona con il tempo di 44 e 18, il Keniano Mark Too, il napoletano Ernesto Russo e la toscana Silvia Botticelli che detiene il record femminile. Alla manifestazione lo scorso anno si sono iscritti circa seicento atleti, tutti attratti dal fascino irresistibile di questa gara di km 12 che richiede coraggio, impegno, forza, tenacia e determinazione che sicuramente mette alla prova il runner ma, d'altronde, offre emozioni e sensazioni uniche e irripetibili. Il Gruppo marciatori Simbruini, organizzatore della manifestazione, vi aspetta numerosi anche per questa ventitreesima edizione domenica 5 Agosto 2018!!!


Vi aspettiamo numerosi anche quest'anno!!!

Iscrizioni: www.laspeatasubiaco.it

Informazioni: Mario 329 7448561 - Luigi 340 8937778





PRIMA EDIZIONE DELL’URBAN RACE DI SUBIACO …una scommessa vinta dal Gruppo Marciatori Simbruini.

Domenica 10 giugno si è svolta la prima edizione della Urban Race di Subiaco. Il progetto del Gruppo Marciatori Simbruini era ambizioso: organizzare una corsa podistica, su un percorso prevalentemente cittadino, tra vicoli, stradine e angoli particolarmente suggestivi, in uno dei borghi più belli d’Italia. Il percorso è stato veramente affascinante   con la partenza da piazza U. Pelliccia, il passaggio in via della Repubblica, piazza Santa Maria della Valle, per  le strade del centro storico come Via Milazzo, Via San Pietro, Via del Torrione, Via Palestro, via Petrarca fino al Ponte di San Francesco e al convento  con l’attraversamento del parco Fluviale, il ritorno al centro storico e l’arrivo nel piazzale antistante l’imponente Rocca Abbaziale.

 In una bella giornata di giugno si sono dati appuntamento tante persone,  runner che hanno voluto mettersi alla prova su un percorso diverso, affascinante,   ma molto impegnativo, e tante persone amanti  dello sport , che hanno voluto affrontare la passeggiata non competitiva di 4 km. Particolarmente significativa è stata la partecipazione di tanti bambini e ragazzi che hanno voluto cimentarsi in questa prova.

L’arrivo dei concorrenti davanti all’ingresso della Rocca Abbaziale è stato particolarmente suggestivo, in un punto panoramico tra i più belli della Valle dell’Aniene.

Alla fine della manifestazione, che ha visto la vittoria per gli uomini dell’atleta di  Vicovaro Davide Maugliani e per le donne dell’atleta sublacense Camilla Cignitti, bisogna sottolineare la riuscita di una prima edizione organizzata dal Gruppo marciatori Simbruini  che hanno avuto il merito di voler promuovere in ambito sportivo  il patrimonio   artistico, culturale e naturale  di Subiaco. 


                                                      Maria Antonietta Ciampa 



La 1° edizione della Subiaco Urban Race

organizzata dal Gruppo Marciatori Simbruini, si svilupperà su un percorso di 9 km con partenza da Piazza Ulderico Pelliccia ed arrivo al Piazzale della Rocca Abbaziale

La gara competitiva, con partenza per tutti gli atleti alle ore 9.30, attraverserà le vie e le piazze più suggestive del centro storico di uno dei Borghi più belli d’Italia; passando per Piazza Santa Maria della Valle, Via Milazzo, Piazza Palma, Piazza Pietra Sprecata, Via degli Opifici, si attraverserà il fiume Aniene sul Ponte di Sant’Antonio, Via della Pila, Chiesa di san Francesco e di nuovo sul fiume percorrendo il magnifico Ponte Medievale, Parco Fluviale, Via dei Piattari e, con un ultimo sforzo, si cercherà di conquistare il traguardo. La fatica verrà ripagata da un panorama mozzafiato e una vista a 360° sui bellissimi Monti Simbruini.

E allora che aspetti…….

Ci vediamo il 10 giugno al ritrovo alle ore 8.00

Mi raccomando, non mancate!!!!!


18-19-20-21 Marzo 

Il cammino della Fiaccola Benedettina edizione 2018… la storia di un’impresa difficile, ardua ma davvero entusiasmante!!!

Anche quest’anno i componenti del Gruppo Marciatori Simbruini sono stati i tedofori della Fiaccola Benedettina nel suo tradizionale percorso tra le città di Subiaco, Cassino e Norcia. L’ultimo tratto del cammino è iniziato il 17 marzo con la benedizione della fiaccola nel consueto scenario del Sacro Speco di Subiaco alla presenza delle autorità civili e religiose delle tre città e del corteo storico sublacense.

A questo punto, domenica 18 marzo, è iniziato il percorso per l’Abbazia di Monte Cassino dei tedofori del Gruppo Marciatori e dei gruppi del Norcia Run e del Cus Cassino. Il clima non è stato affatto clemente in questa giornata: vento, pioggia, grandine, condizioni veramente difficili, non hanno impedito agli atleti di raggiungere la prima tappa del cammino. Lunedì 19 i tedofori sono ripartiti per Rieti. Particolarmente significativa è stata la tappa a Licenza, nei locali dell’Istituto Comprensivo, dove gli atleti sono stati accolti dagli alunni, dalle loro insegnanti e dal Presidente della Comunità Montana, Luciano Romanzi, che hanno voluto testimoniare il loro entusiasmo e la loro vicinanza alla realizzazione di questa avventura. La sera la fiaccola e i suoi accompagnatori sono stati accolti a Rieti in piazza Beata Colomba, dal piccolo comitato reatino, dal Sindaco, dal parroco e dalla Banda Musicale di San Giovanni.

Il 20 marzo è iniziato il percorso da Rieti a Norcia, sotto la pioggia e la neve, con un freddo pungente, attraverso il territorio umbro caratterizzato da colline, prati e borghi caratteristici. Nel pomeriggio la fiaccola si è fermata a Cascia, nella Basilica di Santa Rita, dove è stata benedetta dal parroco.

A sera, in un’atmosfera magica e suggestiva, i tedofori sono giunti a Norcia, accolti nella piazza antistante la basilica di San Benedetto, da una folla di persone entusiaste e dalle autorità civili e religiose: il sindaco, il presidente della Regione Umbria, il vescovo e l’onorevole De Micheli. Il Sindaco ha ringraziato gli atleti per aver portato a termine un’impresa davvero difficile superando ogni tipo di ostacolo, l’onorevole De Micheli ha sottolineato come la corsa sia una metafora della vita: correre significa crescere, soffrire e riuscire sempre a ricominciare.

Il 21 è inizia il tratto più emozionante del cammino, quello del rientro da Norcia a Subiaco per un totale di ben 168 kilometri!!! In una bellissima giornata di sole, alle ore 6.00 inizia il viaggio….

A supportare i componenti del Gruppo Marciatori arrivano anche altri atleti di Subiaco appartenenti ad altre società perché la fiaccola appartiene a tutta la comunità sublacense ed è un simbolo di pace e fratellanza. La marcia è lunga e faticosa, con tratti pianeggianti, salite e discese, in un territorio appenninico che offre paesaggi e scenari meravigliosi. Tutti i componenti del Gruppo Marciatori, uomini e donne, con un’emozionante staffetta, in base alle proprie possibilità, diventano tedofori della fiaccola in un clima di sportività, amicizia, solidarietà che da sempre li contraddistingue. Si passa per Rieti, Rocca Sinibalda, si costeggia il lago del Turano, si arriva ad Arsoli e poi finalmente a Subiaco. Tutti i tedofori della Fiaccola arrivano, dopo aver sfilato per la città, in Piazza della Resistenza dove vengono accolti dalle autorità e da tanti cittadini in un clima di gioia e entusiasmo. I fuochi di artificio e il suono della banda pongono fine a una giornata memorabile per i marciatori simbruini che sono veramente orgogliosi, dopo aver superato tanti ostacoli, di aver ancora una volta onorato l’ impegno di essere i tedofori della Fiaccola benedettina, ”Pro Pace et Europa Una” emblema di pace e di fratellanza fra i popoli che compongono l’Unione Europea.

I Marciatori ancora una volta si ripropongono come testimoni e promotori del messaggio di San Benedetto patrono d’Europa da tramandare a tutti e in particolare ai giovani perché siano consapevoli della sua importanza nella costruzione dell’identità storica e culturale dell’Europa.

Maria Antonietta Ciampa


9-12 Marzo 

La Fiaccola Benedettina ha raggiunto la Germania ed è stata ricevuta dall’Ambasciatore italiano a Berlino Pietro Benassi. L’incontro con la delegazione è stato preceduto da un confronto privato con le autorità civili e religiose, in occasione del quale le delegazioni hanno consegnato la “Regola di San Benedetto” come dono all’Ambasciatore. L’Ambasciatore nel corso del suo incontro con i Sindaci e i referenti delle Abazie di Norcia, Subiaco e Cassino specifica: “Una situazione così delicata che, seppur usuale per il Governo tedesco, non ha concesso a quasi nessuna delegazione di essere ricevuta dal Presidente del Parlamento. L’occasione che è stata concessa alla vostra Fiaccola, anche grazie all’intervento della Nunziatura Apostolica a Berlino, è notevole, motivo di orgoglio anche per la nostra Ambasciata.”.

Il sindaco D’Alessandro ha spiegato il perché della scelta di Berlino quale Capitale europea meta conclusiva della Fiaccola “Pro pace et Europa Una”

“Berlino è stata scelta per la presenza dei numerosi monasteri benedettini fondati grazie all’opera di San Benedetto che, nato a Norcia e vissuto più di 30 a Subiaco e giunto a Montecassino dove fondò il Monachesimo occidentale, ottenne proprio da Montecassino l’aiuto per promuovere la regola dell’ ”Ora et Labora”, insieme ai valori una società moderna con una indiscutibile ricaduta sociale ed economica.

Inoltre il legame speciale che unisce l’Italia e la Germania, accomunate dalle vicissitudini del Secondo conflitto mondiale, si evidenzia nella forza e nella volontà di ricostruire nel nome della pace.

Ancora oggi abbiamo bisogno di unità e pace affinché le genti d’Europa e l’umanità intera possano giungere ad una nuova rinascita culturale, morale e sociale.


Mercoledì 7 Marzo

La Fiaccola è stata benedetta!!!

Il 7 marzo2018nell’aula Nervialla presenza di oltre undicimilapersone venute da ogni parte del mondo per l’udienza generale del mercoledìsi è svolta una cerimonia particolare: la benedizionepapale della Fiaccola benedettina “Pro Pace et Europa Una” edizione 2018.

Papa Francesco, alla presenza dei sindaci di Cassino, Norcia, Subiaco, e di tretedoforidel Gruppo marciatoriSimbruini, di Norcia Run e del CUS Cassino ha benedetto la fiaccola.

La benedizione rappresenta un momento importantissimo delle celebrazioni benedettine perché dà inizio a tutto il percorso della torcia che dall’Italia arriva a Berlino per poi tornare nelle tre città del Santo nel periodo tra il 17 e il 21 marzo.

Un’altra giornata emozionante, memorabile per il Gruppo dei Marciatori simbruini, presente all’evento con una numerosa rappresentanza, legato semprealla storia e alla tradizione di San Benedetto. Anche quest’anno, i marciatori sarannotedofori della fiaccola per promuovere i valori di pace, di solidarietà e di fratellanza tra i popoli che compongono l’Unione Europea.

Alla delegazione hanno partecipatoanche i cortei storici di Subiaco “Comunitas Sublacensis”, Città di Norcia e Città di Cassino e gli alunni della classe quarta del plesso di Piazza Roma con le loro insegnanti.

Un giorno da ricordare… tra sport, religione, tradizione e cultura.


Sabato 24 Febbraio

E' iniziato il viaggio della Fiaccola Benedettina con una solenne cerimonia aperta dal canto gregoriano della comunità monastica di Norcia, e l'accenzione compiuta attingendo il sacro fuoco che ardeva da una delle ‘misure’, poste sotto al portico che fiancheggiava la Basilica di San Benedetto.

"E' stato per tutti un momento di grande emozione vissuto in profondo raccoglimento, ogniuno nel suo silenzio"

"Non basta ricostruire muri ma occorre ricostruire l’uomo nella sua dignità e libertà".

L'accensione della fiaccola è stata scortata da rappresentanti del Gruppo Marciatori Simbrunini, del Cus Cassino e di Norcia Run iniziando il suo percorso che la porterà in Vaticano il 7 marzo dove sarà benedetta da Papa Francesco per poi proseguire alla volta di Berlino.


Venerdì 16 febbraio 

a Roma, presso la Sala dei Mosaici nella sede del Parlamento Europeo, è stato illustrato nel dettaglio il calendario di impegni delle delegazioni che accompagneranno la fiaccola in Germania, capitale scelta per l’edizione 2018 per il suo valore fortemente europeista. 

Tutti gli eventi sono stati presentati primi cittadini di Norcia, Nicola Alemanno, di Subiaco, Francesco Pelliccia e di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro; hanno partecipato anche la presidente della Regione Umbria, Donatella Porzi, col saluto del presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani.

Il percorso che compirà la Fiaccola Benedettina “Pro Pace et Europa Una”, avrà inizio a partire da sabato prossimo 24 febbraio.

Partirà quando, nella città umbra, sarà accesa con il fuoco attinto dai resti della Basilica di San Benedetto, distrutta dal sisma, per giungere poi a Roma dove sarà accolta da Papa Francesco per la benedizione all’udienza generale del 7 marzo in Piazza San Pietro.


Il cammino della Fiaccola Benedettina 2018 

“Pro Pace et Europa Una”

Anche quest’anno dal 16 febbraio al 21 marzo 2018si terranno le celebrazioni della FiaccolaBenedettina “Pro Pace et Europa Una”

Il programma si presenta ricco di appuntamenti e di novità. 

Il 16 febbraio è prevista la Conferenza Stampa di lancio delle Celebrazioni Benedettine,il 24 febbraio è il giorno dell’accensione della fiaccola nella città di Norcia, davanti la statua e la basilica di San Benedetto, in un luogo ancora segnato dai danni del sisma del 2016 che assume una valenza fortemente simbolica legata al desiderio di ricostruzione e di rinascita di una intera comunità. Il 7 marzo la fiaccola portata dai rappresentanti del Gruppo Marciatori Simbruini, di Norcia Run e del CUS Cassino riceverà la benedizione dal Papa nell’udienza del mercoledì e da lì inizierà il suo viaggio in Europa. 

Anchequest’ anno una fase delle celebrazioni benedettine si terrà in una capitale europea, e precisamente a Berlino, dove era già stata nel 1990, per voler sottolineare ancora il fatto che come San Benedetto ricostruì la civiltà europea dalle macerie così oggi ci si deve impegnare nella ricomposizione morale e politica dell’Europa Unita. L’arrivo della fiaccola a Berlino è previsto nel periodo tra l’otto e il dodici marzo ed è legato a una serie di iniziative: la fiera Internazionale del Turismo – Presentazione “Terre di San Benedetto” – promozione territoriale congiunta di Norcia, Subiaco, Cassino in collaborazione con ENIT, un incontro istituzionale presso l’ Ambasciata italiana,una visita istituzionale e omaggio ai caduti nel Cimitero Militare di Zehlendorf alla presenza dell’Addettanza Militare Italiana a Berlino, ma soprattutto nell’ultimo giorno l’accoglienzadella Fiaccola presso il Parlamento Tedesco con una delegazione del Governo e la lettura del Messaggio di Pace Benedettino. 

Ma la fase sicuramente più emozionante e suggestiva delle celebrazioni è quella che comincerà il 17 marzo e si concluderà il 21 marzo. 

Come ogni anno i tedofori del Gruppo Marciatori Simbruini, di Norcia Run e del CUS Cassino si cimenteranno in un’impresa ardua, difficile, faticosa e quasi epica: percorrere correndo centinaia di chilometri tra le tre città di Subiaco, Cassino e Norcia. Si inizieràda Subiaco il 17 marzo, si ripartirà il 18 per Cassino, il 19 poi attraverso i luoghi della valle dell’Aniene da Subiaco si arriverà a Rieti, il 20 si giungerà fino a Norcia. Il 21 marzo i componenti del Gruppo Marciatori riporteranno la Fiaccola da Norcia a Subiaco compiendo un percorso di più di 160 chilometri. 

Le celebrazioni benedettine prevedono anche una serie di manifestazioni civili e religiose a supporto di quelle sportive per creare una sinergia tra sport, cultura e storia tutti elementi che caratterizzano le tre città “benedettine”.

Il cammino della fiaccola procederà anche quest’anno sempre accompagnato e supportato dall’entusiasmo e dall’ammirazione della gente che è legata a una manifestazione che ormai dura da anni e fa parte della tradizione locale. La fiaccola, ieri come oggi, simboleggia, sia a livello civile che religioso, un emblema universale di fratellanza tra i popoli che compongono l’UE.


Programma 2018 

Venerdì 16 febbraio ore 11.00 | Roma – Sala dei Mosaici presso la Sede UE a Roma – Conferenza Stampa di lancio Celebrazioni Benedettine, edizione 2018 

Sabato 24 febbraio ore 15.30 | Norcia – Accensione della Fiaccola Benedettina e sfilata cortei storici 

Mercoledì 7 marzo ore 10.00 | Città del Vaticano – Udienza papale e benedizione della Fiaccola Benedettina

Venerdì 9 marzo ore 11.00 | Berlino – ITB Berlin: Fiera Internazionale del Turismo – Presentazione “Terre di San Benedetto” – promozione territoriale congiunta di Norcia, Subiaco, Cassino in collaborazione con ENIT 

ore 17.00 | Berlino – Incontro istituzionale Ambasciata italiana a Berlino 

Sabato 10 marzo ore 10.30 |Berlino – Visita istituzionale e omaggio ai caduti Cimitero Militare di Zehlendorf alla presenza dell’Addettanza Militare Italiana a Berlino 

Domenica 11 marzo ore 10.00 | Berlino – Celebrazione eucaristica presso la Cattedrale Sant'Edvige di Berlino ore 18.00 | 

Berlino – Concerto a cura delle corali città di Subiaco, Norcia e Cassino presso la Chiesa S. Maria ai Piedi della Croce, parrocchia della Comunità Italiana a Berlino. Accoglienza città gemellate (Steglitz-Zehlendorf – Cassino, Ochsenhausen – Subiaco e Ottobeuren – Norcia) 

Lunedì 12 marzo ore 10.30 | Berlino – Accoglienza della Fiaccola presso il Parlamento Tedesco con delegazione del Governo. Lettura del Messaggio di Pace Benedettino con accompagnamento corale e visita del Palazzo 

Sabato 17 marzo ore 16.00 | Subiaco – Cerimonia Sacro Speco e sfilata cortei storici 

Domenica 18 marzo ore 18.00 | Cassino – Arrivo della Fiaccola benedettina e sfilata dei cortei storici 

Martedì 20 marzo ore 16.00 | Montecassino – Cerimonia presso l’Abbazia di Montecassino ore 19.00 | Norcia – Arrivo della Fiaccola benedettina 

Mercoledì 21 marzo ore 15.00 | Celebrazioni festività di San Benedetto con festeggiamenti presso le rispettive municipalità



Iscriviti al Gruppo Marciatori Simbruini entra anche tu a far parte della sua storia
Il Gruppo Marciatori Simbruini comunica che dal 1 Gennaio è iniziato il tesseramento per il 2018 .
L’Associazione sta diventando sempre più numerosa e l’inserimento di tanti nuovi elementi crea un clima di entusiasmo e un desiderio di raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi.
Le attività previste sono tante…
Partecipazione a gare podistiche, a trail, passeggiate ed escursioni nel terri...torio
Organizzazione di manifestazioni sportive, culturali e sociali.
Attività in collaborazione con gli alunni dell’istituto Comprensivo di Subiaco
Realizzazione di allenamenti collettivi che aiutano gli iscritti a trovare la propria condizione atletica
Creazione di un gruppo femminile dedicato a tutte le donne che vogliono mettersi in gioco e desiderano affrontare il meraviglioso mondo della corsa

Tutti possono trovare l’attività più congeniale, più adatta alle proprie esigenze e ognuno può contribuire, in base alle sue possibilità, a proseguire una storia, che ormai dura da più di quarant’anni, legata allo spirito di amicizia, solidarietà e sportività di un gruppo che da sempre unisce i valori sportivi a quelli sociali e culturali.
Iscriviti al Gruppo Marciatori Simbruini…..
Entra in questa grande famiglia,
Passeremo insieme tante giornate di sport e di amicizia.
Non ci sono limiti di età.
Info Mario 3297448561 Luigino 3408937778


 

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam porttitor augue a turpis porttitor maximus. Nulla luctus elementum felis, sit amet condimentum lectus rutrum eget.